>
>
> giro d italia quote vincente
Giro d’Italia, le quote sul vincente
© Livetipsportal
Giro d'Italia, quote sul vincente

Giro d’Italia, le quote sul vincente

Il Giro d’Italia è partito il 7 maggio da Apeldoorn in Olanda e sono 198 i corridori iscritti a questa edizione della corsa ciclistica a tappe più importante del Bel Paese. Andiamo a vedere quali sono, secondo i bookmakers, i ciclisti accreditati alla vittoria finale analizzando le quote offerte da Paddy Power e da Snai.

Il Giro d’Italia 2016 è partito dall’Olanda dando il via alla sua ezione numero 99 il 6 maggio e si concluderà il 29 maggio a Torino. Sono ben 21 le tappe previste per 3.463,1 km totali da percorrere. Saranno tre i giorni di riposo per la manifestazione: il 9, 16 e 23 maggio.

Giro d’Italia: il percorso

La crono del Giro d’Italia si è tenuta come al solito nella prima tappa in Olanda, dove si sono corse anche la seconda e la terza tappa del Giro, tutte e tre materiale per velocisti. Dopo un giorno di riposo si è passati a Catanzaro con arrivo a Praia a Mare. Nella quinta tappa i ciclisti sono passati per Benevento mentre nella sesta hanno attraversato gli Appennini fino ad arrivare a Roccaraso. Le montagne arriveranno nella seconda settimana, dal 17 maggio si sconfinerà infatti in Emilia Romagna con il finale di Pian del Falco. La settimana finale è invece prevista sulle Alpi con numerosi punti di rilievo come la Cima Coppi, il Colle dell’Agnello, il Col de Vars, il Col de la Bonette e il Colle della Lombarda. Insomma, come al solito ci sarà materiale sia per i velocisti che per gli scalatori che potranno contendersi l’ambita maglia rosa.

Giro d’Italia: i favoriti

Dopo aver vinto il Giro d’Italia nel 2013 e il Tour de France nel 2014 Vincenzo Nibali è tornato al Giro d’Italia da favorito principale. Nibali, soprannominato “Lo Squalo dello stretto” ha già dato dimostrazione d’essere in forma vincendo il Giro dell’Oman. Sarà notevole però la concorrenza con il murciano Alejandro Valverde che affronta per la prima volta il Giro d’Italia nella sua carriera per prepararsi ai giochi olimpici previsti a Rio in cui punterà all’oro. Tra i favoriti anche il ciclista di orgine basca Mikel Landa che ha cambiato squadra rispetto allo scorso anno. Ora che è lui il capitano aumentano notevolmente le sue possibilità. Diamo poi uno sguardo agli scalatori dove troviamo il colombiano Esteban Chaves che ha cambiato squadra e potrebbe tornare ad imporsi come protagonista. Abbiamo poi Rigoberto Uran e Rafal Majka.

Ecco le quote di Snai scommesse, Sisal scommesse sportive e Paddy Power sui favoriti per la vittoria finale del Giro d’Italia:

Vincente Quote Bookmaker Scommetti
 Nibali Vincenzo 2,75 snai_logo_small_IT Scommetti adesso
 Landa Mikel 2,75 paddypower_logo_small_IT Scommetti adesso
 Valverde Alejandro 6,00 sisal_logo_small_IT Scommetti adesso
 Majka Rafal  13,00 snai_logo_small_IT Scommetti adesso
 Kruijswijk Steven  15,00 paddypower_logo_small_IT Scommetti adesso
 Zakarin Ilnur  15,00 sisal_logo_small_IT Scommetti adesso
 Chavez Esteban 16,00 snai_logo_small_IT Scommetti adesso
 Domoulin Tom 33,00 paddypower_logo_small_IT Scommetti adesso
 Pozzovivo Domenico  33,00 sisal_logo_small_IT Scommetti adesso
 Uran Rigoberto 50,00 snai_logo_small_IT Scommetti adesso
 Hesjedal Ryder  100,00 paddypower_logo_small_IT Scommetti adesso
 Cunego Damiano  300,00 sisal_logo_small_IT Scommetti adesso

Vincenzo Nibali: Certamente Nibali è il corridore più completo, si difende molto bene in salita ed in cronometro non teme nessuno. In discesa inoltre è un vero asso, capace di guidare la sua bici come pochi altri ciclisti al mondo. Il suo curriculum di vittorie parla per lui: Vuelta 2010, Giro d’Italia 2013 e Tour de France 2014. Nibali vuole tornare alla vittoria dopo aver attraversato un 2015 non esaltante e certamente non potrà bastargli la vittoria nel giro dell’Oman di inizio anno.

Mikel Landa: Questo ciclista è esploso proprio nell’ultima edizione del Giro d’Italia. Si tratta di uno scalatore di origine basca che lo scorso anno si è sacrificato per il capitano Fabio Aru. Nonostante questo ha saputo mostrare la sua indubbia superiorità in salita chiudendo comunque in terza posizione. Il cambio di squadra da Astana a Sky porterà probabilmente dei benefici. Appare in gran forma.

Alejandro Valverde: Nonostante sia un classe 1980 è al suo esordio al Giro d’Italia. La sua classe non può passare inosservata e la sua esperienza sarà probabilmente quell’ingrediente in più che potrebbe essere capace di fare la differenza. Sembra in ottima forma ed è certamente il corridore più esplosivo tra quelli che si contendono la maglia rosa.

Condivi!
link permanente