>
>
> elezioni

Come scommettere sulle elezioni

come scommettere elezioni

Non tutti sanno che ad oggi è possibile scommettere praticamente su tutto, comprese le elezioni politiche. E’ ormai una pratica molto diffusa quella di scommettere sui risultati delle elezioni, anche se non è dappertutto legale. Ad esempio non è permesso negli Stati Uniti, anche se paradossalmente l’evento politico più seguito e importante al mondo è l’elezione del presidente USA e i principali scommettitori sono proprio americani o britannici.

Ecco di cosa ci occuperemo in questo articolo:

 

I mercati di previsione

I mercati online di previsione funzionano come trading sui futures delle materie prime, con gli investitori che scommettono denaro sulla probabilità che un evento futuro avrà luogo, politico o di altro tipo. Acquistando e vendendo azioni “sì” o “no”, si possono offrire scommesse su qualsiasi cosa: se il presidente USA chiuderà Guantanamo entro il momento in cui finisce il suo ufficio, chi vincerà la nomina dell’ala repubblicana per il presidente USA, e cosi via. Se l’evento è vero, tutte le azioni “si” acquistate pagano a 1 € e tutte le azioni no sono a 0.

Le corporazioni li utilizzano per prevedere le vendite. Anche il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha suggerito di utilizzare un mercato futures per prevedere il terrorismo a seguito degli attacchi dell’11 settembre (Il Pentagono ha tagliato rapidamente la proposta dopo aver suscitato critiche diffuse).

Il richiamo dei mercati di previsione per la politica sembra abbastanza chiaro, dato che si sono dimostrati strumenti di previsione accurati. Il mercato di previsione Intrade, ad esempio, ha correttamente previsto il risultato delle elezioni presidenziali del 2008. Nelle elezioni presidenziali del 2012, ha previsto correttamente 49 risultati su 50 stati.

Come e dove scommettere sulle elezioni politiche

Tutti i più importanti bookmaker online ormai offrono la possibilità di realizzare scommesse anche con le app per scommesse sportive  su eventi non sportivi, di altra natura, ad esempio sulle elezioni politiche dei vari paesi internazionali. Questo accade per tutti i siti di scommesse più importanti e quotati, compresa anche Snai scommesse sportive.

Nel campo delle scommesse sulle elezioni puoi trovare varie modalità con cui puntare. La classica è scegliere il candidato che diventerà il capo del governo, come il Cancelliere tedesco o il Presidente francese. E’ anche possibile solitamente scommettere su quale partito si aggiudicherà le elezioni e avrà più seggi nell’assemblea parlamentare, e in alcuni siti è anche possibile scommettere sul numero di uomini o donne che verranno eletti.

Molto dipende dall’importanza politica delle elezioni: nei paesi più importanti del mondo le elezioni sono molto seguite dai media, per cui sarà più probabile trovare mercati aperti sulle elezioni e più tipologie di scommessa disponibili. Per le nazioni più piccole e povere difficilmente troveremo la possibilità di scommettere.

Ovviamente questo significa che la nazione più ricca e popolare in assoluto, gli Stati Uniti d’America, tendono a monopolizzare il settore delle scommesse sulle elezioni politiche, ed infatti la maggior parte delle scommesse in questo settore riguardano le elezioni presidenziali statunitensi.

Le scommesse sulle elezioni statunitensi

Si tratta dell’esempio più classico di un mercato popolare di scommesse politiche. Il gioco d’azzardo sulle elezioni presidenziali statunitensi ha un passato lungo e colorito. Già nel secolo scorso, i giocatori americani scommettevano enormi somme su ogni elezione presidenziale. La maggior parte degli stati ha tuttavia bandito tali scommesse e la legge federale vieta e fa del suo meglio per interrompere le scommesse online. Ma la pratica continua ancora oggi in case di gioco online situate al di fuori degli Stati Uniti e conta milioni di dollari spesi per le transazioni sulle scommesse.

Gli americani più ricchi hanno scommesso parecchio sulle elezioni presidenziali del 2016. Ovviamente non si tratta solo di scommesse in senso stretto, ma anche di previsioni di mercato. Se pensi che i repubblicani vinceranno, probabilmente comprerai opzioni su quante più azioni di difesa e di energia che il tuo portafoglio può permettersi. Se pensi che i Democratici vinceranno, acquisti opzioni su energia alternativa e biotecnologie.

Carlos Slim, uomo più ricco del Messico e il quinto miliardario più ricco del mondo, ha perso circa 5 miliardi di dollari dopo che Donald Trump è stato eletto presidente degli Stati Uniti. Slim non ha scommesso direttamente contro Trump – non ufficialmente almeno – ma è stato influenzato perché il valore del peso messicano è crollato dopo le elezioni, con conseguente evaporazione di circa il 9% della fortuna di Slim.

Il gioco d’azzardo sulle elezioni

Molte altre persone hanno vinto o perso denaro in un istante per le elezioni nel modo più tradizionale: il gioco d’azzardo. È illegale scommettere sulle elezioni statunitensi sul suolo americano, ma il gioco d’azzardo sui risultati delle elezioni è un gioco totalmente legale in Inghilterra.

Fino all’8 novembre, con praticamente tutti i sondaggi che prevedevano una vittoria di Hillary Clinton, i bookmaker inglesi sono stati sommersi dalle scommesse. “Le elezioni statunitensi hanno attirato più scommesse di qualsiasi altro gioco d’azzardo politico di sempre in Inghilterra, con quello che i bookies stimano a circa 200 milioni di dollari (247,6 milioni di dollari) di scommesse”, ha riferito il Wall Street Journal.

La vittoria di Trump alle elezioni del 2016

Circa tre quarti delle scommesse piazzate su William Hill erano su una vittoria della Clinton alle elezioni presidenziali. Quella sembrava essere la scommessa sicura, dopo tutto i bookmakers hanno dato a Trump solo una probabilità di vittoria del 20% alle ultime elezioni.

Ma le scommesse su Trump ovviamente sono risultate vincenti e alcune scommesse molto grandi sulla vittoria di Trump sono state straordinariamente ben pagate. Forse la vincita più grande di tutti proveniva dalla scommessa piazzata da un magnate immobiliare. Il magazine Metro (UK) ha riferito che il magnate immobiliare iraniano-britannico Vincent Tchenguiz ha vinto 1,2 milioni di sterline (1,5 milioni di dollari) grazie ad una scommessa di 350,000 sterline ($ 435,000) su Trump.

Secondo l’Independent, un giocatore sconosciuto ha vinto £ 500.000 ($ 622.000) su una scommessa di £ 200.000 ($ 249.000) su Trump, e diverse scommesse a sei cifre sono state piazzate su altri candidati americani. Nel frattempo, Trump ha fruttato parecchio per un proprietario di un hotel britannico di nome John Mappin, che ha vinto un totale di £ 103.000 ($ 128.000) grazie a una serie di 33 scommesse sulla corsa politica di Trump.

Il rischio legato alle scommesse sulle elezioni

La cosa più interessante è forse la decisione del bookmaker irlandese Paddy Power di pagare circa 1 milione di dollari di scommesse prima delle elezioni. Convinto che Clinton avrebbe vinto, il bookmaker ha preventivamente pagato le scommesse sul candidato democratico con la speranza di evitare perdite maggiori in seguito. Ovviamente, la mossa non è stata l’ideale per Paddy Power. “In base alle previsioni abbiamo deciso di mettere il nostro collo sulla ghigliottina pagando in anticipo la vittoria di Hillary Clinton, ma abbiamo fatto male”, ha detto il portavoce di Paddy Power, Feilim Mac Un Iomaire. Del resto questi sono i rischi del mestiere.

Torna alla nostra pagina su come scommettere.

Condivi!
link permanente