>
>
> postepay

Postepay

postepay

Se nelle tue scommesse on line intendi affidarti ad un metodo di pagamento tutto italiano potresti optare per la carta prepagata Postepay. Chiunque può ottenerne con facilità una senza dover per forza avere un conto ad essa associato e ciò ne fa uno strumento alla portata di tutti. Un buon numero di bookmaker la accettano e comunque tutti quelli più importanti del mercato.

Vuoi sapere come ottenere una carta Postepay, quanto costa, i vantaggi e gli svantaggi a essa connessi e conoscere alcuni consigli per utilizzarla per le tue scommesse in piena sicurezza? Sei finito nella pagina giusta, leggi le nostre istruzioni fino in fondo e acquisirai tutte le nozioni necessarie anche per evitare truffe o raggiri.

Ecco di cosa parliamo in questo articolo:

Difficilmente un bookmaker applica commissioni quando depositi del denaro sul tuo conto gioco attraverso una carta Postepay. E questo è già un vantaggio importante da attribuire a questo strumento, insieme all’immediatezza con cui vedrai accreditate le cifre sul tuo conto. Ricaricandolo con Postepay potrai cominciare ad usare il denaro per le tue scommesse praticamente subito attraverso il tuo bookmakers italiano o straniero preferito!

Come funziona la carta Postepay

Per ottenere una carta Postepay dovrai recarti in un qualsiasi ufficio postale, portando con te un documento di identità in corso di validità e il tuo codice fiscale. Puoi richiederla anche se hai meno di 18 anni ma ti ricordiamo che la maggiore età è legalmente necessaria per poter scommettere on line. Quando avrai tra le tue mani la carta Postepay dovrai provvedere naturalmente a ricaricarla della cifra che vorrai utilizzare sul sito o sulla app del bookmaker.

Puoi farlo in svariati modi: effettuando un versamento in contanti in un qualsiasi ufficio postale, trasferendo denaro da carte di credito dei circuiti Visa, Maestro e Mastercard anche dagli sportelli automatici Postamat o utilizzando i siti di Poste Italiane. È possibile inoltre ricaricare la tua carta Postepay nelle ricevitorie autorizzate Sisal.

Come ricaricare il conto di gioco con la Postepay

Ricarica effettuata correttamente? Adesso puoi accedere con le tue credenziali sul sito o sulla app del bookmaker che hai scelto per le tue scommesse on line e sul quale hai creato un conto gioco. Entra nella sezione dedicata ai pagamenti e scegli Postepay come mezzo di pagamento: seleziona la cifra, conferma e il gioco è fatto. Fin da subito potrai utilizzare il tuo deposito per giocare e divertirti piazzando scommesse vincenti.

Utilizzare la carta Postepay per scommettere con i migliori bookmaker significa beneficiare di diversi vantaggi: avere a che fare con uno strumento di pagamento sicuro, ottenere accrediti praticamente immediati e non dover comunicare a nessuno i tuoi dati bancari. In più non serve avere necessariamente o aprire un conto corrente e non c’è da pagare alcun canone annuale a Poste Italiane.

Sempre più persone in Italia decidono di dotarsi di una carta Postepay anche per una questione di salvaguardia del proprio denaro. Se anche si dovesse restare vittime di qualche truffa stiamo parlando di una carta ricaricabile e prepagata, quindi non c’è rischio di vedersi prosciugato il proprio conto.

Ti consigliamo a questo proposito di caricare solo le somme che ti servono sulla tua carta Postepay, fermo restando gli avanzati protocolli di sicurezza messi in atto. Stiamo parlando ad esempio della One Time Password, un codice di sicurezza che per ogni operazione è necessario digitare e che arriva direttamente sul telefono cellulare dell’intestatario della carta.

Costi e utilizzo della carta Postepay

Inizia da subito a piazzare le tue scommesse senza aspettare giorni come per il bonifico bancario e senza condividere i tuoi dati bancari. Passiamo invece a quello che ci sembra l’unico svantaggio: Poste Italiane ha fissato una commissione sulle ricariche, sia che queste avvengano on line, sia che avvengano negli uffici postali o con l’app PosteMobile.

Ogni operazione ti costerà però soltanto 1 €, ad eccetto delle ricariche nelle ricevitorie Sisal (2 €). Se ricarichi la carta Postepay dai Postamat pagherai da 1 a 3 €: questo dipende dal circuito bancario che scegli. La notizia positiva è che ogni pagamento è completamente gratuito.

Nel 2015 Poste Italiane ha rilasciato ben 13.5 milioni di carte Postepay che hanno conquistato il primato nel mercato degli acquisti on line. Una transazione su quattro online è ormai effettuata con una carta Postepay, anche su Amazon. Il successo ottenuto ha portato alla creazione di Postepay Evolution, una carta dotata di IBAN per inviare e ricevere anche bonifici, farsi accreditare stipendi e così via. Per i minorenni è stata messa a punto invece la speciale carta Postepay Junior.

Utilizza la tua carta Postepay soltanto su siti affidabili e non inviare mai i dati a essa relativa via e-mail. Accertati di operare soltanto su siti con connessione sicura (https) e mai con link ricevuti via posta elettronica.

Torna alla panoramica con tutti i metodi di pagamento.

Condivi!
link permanente